È il Phi Beach – l’esclusivo locale di Baja Sardinia – il palcoscenico di debutto di Dom Pérignon prestige table, il tavolo esperienziale firmato dalla Maison, che permette di esplorare in tutta la sua complessità l’universo sensoriale di questo Champagne, in un luogo unico che ogni anno affascina migliaia di visitatori da tutto il mondo.

Il Phi Beach è la location ideale per la Dom Pérignon experience perché offre un’atmosfera raffinata, perfettamente in sintonia con l’eleganza degli Champagne della Maison. Per tutta l’estate, presso il Phi Beach sarà possibile riservare un tavolo esclusivo per massimo 10 persone, concepito da Dom Pérignon all’interno di uno scenario mozzafiato ma al tempo stesso intimo e riservato, dove gli ospiti potranno scegliere e poi degustare una selezione di alcuni tra i migliori Millesimati dichiarati dalla Maison, spaziando tra diversi formati e diverse Plénitude. 

Ad arricchire un’esperienza già così unica, uno speciale menu ideato dagli chef Giancarlo Morelli e Livio Pedroncelli, chiamati a interpretare con il proprio gusto e la propria sensibilità i valori estetici da sempre incarnati dagli Champagne della Maison: mineralità, precisione, sensazione tattile, intensità, complessità.

A ciascuno di questi valori, gli chef dedicano un piatto, in un percorso gastronomico che si sposa armoniosamente con i diversi Vintage disponibili in carta e che potranno essere scelti dagli ospiti: per la mineralità, crudo di cernia con caviale, lamponi e gazpacho di cetriolo; per la precisione, capasanta croccante farcita con tartufo nero, spuma di patate e yogurt; per la sensazione tattile, spiedino di scampo e lardo, spugnole e pomodori sardi; per l’intensità, fregola all’astice, pomodorini e arancio; per la complessità, filetto di maialino in doppia cottura con composta di mele, cardamomo e anice stellato; infine, un dessert a base di lemon tarte con granita di Champagne e frutti rossi. 

Leggi anche:
La 'Nduja di Calabria 

La calda Calabria è una regione famosa per i suoi prodotti tipici che vedono un tres d'union nel rosso peperoncino. Cremosa, infuocata e versatile ecco la ‘nduja un salume tipico…

L’experience è solo su prenotazione, con prezzo su richiesta.

Oltre al Dom Pérignon prestige table, si conferma anche la vip area dedicata a Dom Pérignon nel club, per proseguire la serata al ritmo della musica dei migliori DJ internazionali. Prenotazioni nella sezione dedicata del sito www.phibeach.com.

Dom Pérignon Vintage

Il tempo è fondamentale nell’equazione di Dom Pérignon. Occorrono almeno otto anni di elaborazione per raggiungere l’ideale estetico della Maison. Nell’oscurità delle cantine, ogni Millesimato affronta una lenta trasformazione in bottiglia a contatto con i lieviti, per ottenere quell’armonia che è il tratto distintivo di Dom Pérignon. È lì che tutto avviene, con grande precisione, sul filo di un equilibrio straordinario.

Dom Pérignon Plénitude 2

Dopo quasi quindici anni di lenta trasformazione in cantina, Dom Pérignon raggiunge l’apice di una vitalità essenziale e radiosa nel suo stato di Plénitude. Elevato a nuove altezze, si estende in tutte le dimensioni – più ampio, più lungo, più profondo, più intenso – e beneficia di una longevità prolungata. Si innalza pazientemente per raggiungere una nuova vetta espressiva: ecco Plénitude 2, la seconda vita di Dom Pérignon.

Dom Pérignon Rosé Vintage

Quando Dom Pérignon sceglie di essere rosé, è in nome della libertà: la libertà di avventurarsi, di liberarsi dalle convenzioni per spingersi oltre i limiti della creatività. Nato da questo desiderio di osare, Dom Pérignon Rosé coglie lo splendore rosso del Pinot Noir e ne cattura l’energia vitale in un assemblaggio audace e deciso. Domato nel corso di quasi dodici anni di lenta e sapiente trasformazione in cantina, Dom Pérignon Rosé rivela uno spirito selvaggio e sensuale, chiaroscuro, magnetico. La sua vibrazione esprime il brivido dell’ignoto e invita all’esplorazione.

Leggi anche:
Cucina Blade Lab

È un ambiente evoluto quello definito dal programma Blade Lab, sistema integrato che consente un’ottimale interpretazione degli spazi per esprimerne pienamente il potenziale.  Inserendosi perfettamente nei volumi e nell’architettura della…