Se si è in cerca di un luogo dove rigenerare corpo e mente, dove ricaricare le batterie e dove ogni persona che incontrerete, o scorcio naturale che vi passerà davanti, vi parlerà di pace e serenità, Aruba potrebbe essere il luogo che fa per voi.

L’appellativo di “isola felice” lascia già intendere quale sia il mood che si respira in questo angolo di mondo, dove la popolazione mostra un’innata predisposizione alla felicità e, di conseguenza, al benessere. Come se questo non bastasse, le numerose Spa, le lezioni di yoga o pilates, i corsi di meditazione e le tante attività sportive consentono di amplificare questa sensazione e di portarla con sé anche un volta tornati a casa.

MARE DI ARUBA

Yoga sotto la luna, sull’acqua, in aria o con mercurio retrogrado!

Ad Aruba è in atto una vera e propria rivoluzione dello yoga che sta posizionando l’isola come una delle principali destinazioni yoga nei Caraibi. Aruba ha infatti registrato un netto aumento di ritiri yoga ed è anche diventata una meta molto popolare per ottenere la certificazione in varie discipline.

Tra le esperienze più indimenticabili c’è sicuramente il Full Moon Yoga che prevede lezioni in riva al mare, illuminati solamente dalla luna piena. Se si desidera qualcosa di più intenso, un allenamento total-body che prometta un’ondata di “ormoni della felicità”, l’AntiGravity Aerial Yoga è la scelta perfetta: una combinazione unica di yoga, danza, pilates e calisthenics, praticata con l’aiuto di un’amaca sospesa. L’istruttrice di yoga locale Maria Pucci – che parla 5 lingue tra cui l’italiano – offre questa divertente e unica disciplina di benessere sulla spiaggia dell’Hyatt Regency Aruba o nel suo studio privato open air presso casa sua.

Leggi anche:
Memorie di una Geisha

«Questo è un mestiere che ti entra nelle vene, lo fai anzitutto perché hai una grande passione e, se è così, tutto ti viene spontaneo. L’ospite per la cultura è…

Ma l’acqua rimane pur sempre l’elemento più importante di quest’isola tropicale e il SUP Yoga – stand up paddle boarding – è sicuramente una delle pratiche che meglio ne trae beneficio. Le acque calme e piatte di Aruba sono il luogo perfetto per lasciarsi cullare dalle onde in un’esperienza yoga immersiva e a stretto contatto con la natura. Per gli appassionati di astrologia invece, il Retrograde Ritual all’Hilton Aruba è l’esperienza da non perdere. Gli astrologi ritengono che quando Mercurio è retrogrado, è più probabile che il caos si intrometta nella nostra vita, soprattutto nel modo in cui comunichiamo con chi ci circonda. L’Hilton Aruba celebra questo periodo dell’anno con un “rituale retrogrado” che si tiene sulla spiaggia del resort al tramonto e che vuole essere un’esperienza di guarigione, per alleggerire lo stress e il carico mentale e tornare a pensare con serenità e lucidità.

Luoghi dove la serenità è di casa

Ad Aruba, non sono solo le ampie spiagge bianche a trasmettere serenità. La Walking Meditation che si svolge all’alba presso la Riserva della farfalle è infatti un vero viaggio verso la pace interiore. Questa pratica guidata da Shanti – celebrità locale dello yoga – vi farà avvicinare alla natura grazie a un’ambiente unico come quello di un giardino tropicale che ospita farfalle dai colori brillanti e piante tropicali di ogni genere.

VIAGGIO AD ARUBA

Meno conosciuto ma altrettanto emozionante è il Labirinto della pace di Aruba. Ispirato al labirinto della pace originale della Cattedrale di Chartres vicino a Parigi, è stato creato con pietre e sabbia nel 2005 dietro la famosa Cappella di Alto Vista. Questa esperienza meditativa promuove la pace interiore e la guarigione e, nel corso degli anni, migliaia di persone hanno tratto beneficio dal percorrere i suoi sentieri e dal godere delle vibrazioni rilassanti della natura circostante.

Leggi anche:
Vacanze d’inverno nei masi dell’Alto Adige

L’inverno è alle porte, così come le tanto sognate vacanze di Natale. Quest’anno sembra sia attesa anche tantissima neve, per la gioia di tutti. Oltre, infatti, ad essere un elemento…

Dalla natura al vostro corpo: il benessere passa dagli ingredienti a km0

Dalle pittoresche cabanas sulla spiaggia alle modernissime sale per i trattamenti, le numerose Spa di Aruba riflettono le unicità e la varietà di quest’isola dei Caraibi. Inspirandosi alla natura di questo paradiso tropicale, la maggior parte di queste Spa offre trattamenti che utilizzano alcuni prodotti provenienti dalla natura locale, prima fra tutti l’aloe: pianta simbolo di Aruba introdotta nel 1840 e che in poco tempo arrivò a ricoprire due terzi della superficie dell’isola, che ne diventò il più grande esportatore al mondo. Presso la ZoiA Spa dell’Hyatt Regency Aruba, l’aloe coltivata localmente è ancora oggi uno dei principali prodotti usati per i trattamenti, soprattutto per le bruciature causate dal sole: i benefici terapeutici di questa succulenta robusta aiutano a ridurre il rossore e l’infiammazione mentre ripristinano l’idratazione del corpo. Oltre all’aloe, presso la ZoiA Spa vengono utilizzati numerosi altri ingredienti locali come i fanghi rossi e le alghe dell’isola (tra cui l’alga spirulina), naturalmente disintossicanti e curativi. Inoltre, dai profumi accoglienti dei diffusori agli scrub di sale o zucchero, qui tutti i prodotti sono forniti da Ma Didi, un brand di prodotti cosmetici interamente realizzati ad Aruba.

Anche la Spa del Ritz-Carlton di Aruba offre una varietà di trattamenti tonificanti, tra cui il trattamento Misterio di Aloe della Spa: un’esperienza completa di idratazione, pulizia e rigenerazione. Ma è con il Divi Divi Massage che questa Spa stupisce: l’ingrediente principale è infatti l’olio derivato dall’albero Divi Divi, la caratteristica pianta scolpita dal vento che si può trovare soltanto su quest’isola dal clima secco e costantemente battuta dalla brezza caraibica. Le proprietà curative dell’albero Divi Divi aiuta a rilassare i muscoli, nutrire la pelle e favorire il benessere generale.

YOGA ARUBA

Benessere esclusivo: un’oasi privata sull’Isola dei fenicotteri rosa

Ad Aruba non sarà solo il massaggio a essere privato, ma un’intera isola! La Renaissance Island infatti ospita non solo i famosi fenicotteri rosa di Flamingo Beach e le spettacolari iguane di Iguana Beach, ma anche la suggestiva Spa Cove: una cabana privata nascosta tra le mangrovie che offre massaggi all’aperto con vista sul Mar dei Caraibi.

Leggi anche:
Gustavo, il cocktail dedicato a Gustav Thön

Nello splendido giardino dell’hotel Bella Vista, family hotel a 4 stelle gestito dalla famiglia del campione di sci Gustav Thöni, il bar manager di fama internazionale dalle radici altoatesine Christian…

L’ingresso alla Renaissance Island è riservato agli ospiti del Renaissance Resort, che possono accedervi tramite una barca a motore che parte ogni 10 minuti direttamente dalla hall del resort. Per chi non è ospite invece, gli ingressi sono limitati ma sempre garantiti prenotando un massaggio presso questa oasi di benessere circondata da acque turchesi. La Spa Cove, che fa parte dell’Okeanos Spa, la Spa situata presso il Marina Renaissance Resort, offre il pacchetto “Sea Escapes” che include un massaggio svedese tropicale open air e la possibilità di gustare un cocktail tropicale oppure il pranzo presso il Papagayo Bar & Grill sull’isola. La Spa cove è raggiungibile tramite una passerella privata e dispone di un accogliente lounge e di una doccia all’aperto che consente di rilassarsi prima e dopo il trattamento. Tutti i trattamenti curativi ed energizzanti vengono svolti all’aria aperta e sono pensati per alleviare i muscoli, calmare i nervi, favorire la circolazione, ringiovanire la pelle ed eliminare le tossine, contribuendo a generare una sensazione complessiva di calma e benessere sicuramente facilitata da un panorama naturale unico.