Nella cornice dell’elegante hotel One&Only One Za’abeel, ultimissima apertura alberghiera della città, è stata svelata la nuova edizione della Guida Michelin Dubai 2024.

Tra i momenti salienti della serata spicca l’annuncio di Row on 45, diventato il quarto ristorante di Dubai a ricevere Due Stelle Michelin.

La prestigiosa Guida Michelin Dubai di quest’anno comprende un totale di 106 ristoranti, in aumento del 53,6% rispetto alla sua prima edizione nel 2022, che contava 69 ristoranti. Frutto dell’attenta selezione condotta dagli ispettori anonimi Michelin, l’aumento dei ristoranti in questa edizione – anche rispetto ai 90 inclusi nel 2023 – testimonia l’ulteriore espansione della sempre più diversificata scena gastronomica di Dubai.

Row on 45

L’edizione 2024 include quattro ristoranti Due Stelle Michelin, 15 ristoranti Una Stella Michelin, di cui quattro nuovi ingressi. Dubai conta ora anche 18 ristoranti Bib Gourmand e tre ristoranti Michelin Green Star (in basso l’elenco completo dei ristoranti).

L’Italia continua a brillare nella Guida Michelin Dubai mantenendo i riconoscimenti dello scorso anno per un totale di ben 3 ristoranti stellati:

Leggi anche:
Milan-Inter, l’Euroderby si gioca anche con due cocktail meneghini

Il 10 maggio e il 16 maggio si tengono le partite per accedere alla finale di Champions League. La mixologist Alessia Bigolin ha dedicato a Milan e Inter due signature…

  • Il Ristorante – Niko Romito: Due Stelle Michelin
  • Armani Ristorante: Una Stella Michelin
  • Torno Subito: Una Stella Michelin

Nei 106 ristoranti selezionati sono rappresentati circa 35 tipi diversi di cucina, una selezione che sottolinea la fiorente scena culinaria di Dubai e il suo impegno a offrire esperienze gastronomiche di alto livello in tutta la città. 

Sua Eccellenza His Issam Kazim, CEO della Dubai Corporation for Tourism and commerce marketing (DCTCM) ha dichiarato: «Celebriamo con orgoglio la terza edizione della Guida Michelin Dubai, riflettendo sul nostro percorso dal suo debutto nel 2022 fino a oggi e festeggiando l’ampia lista di selezioni di quest’anno. La scena culinaria di Dubai continua a crescere grazie alla leadership visionaria della città e agli obiettivi stabiliti dall’Agenda Economica di Dubai D33, per consolidare ulteriormente la posizione di Dubai come una delle prime tre città globali per affari e svago, e la migliore città da visitare, vivere e lavorare. Congratulazioni a tutti i ristoranti premiati quest’anno, ai ristoratori, agli chef e a tutti coloro che hanno contribuito ai loro successi».

Gwendal Poullennec, Direttore Internazionale delle Guide Michelin, ha dichiarato: «Dubai è ormai riconosciuta come una destinazione gastronomica internazionale e il suo impressionante sviluppo continua di anno in anno. Il suo fascino non si limita ai viaggiatori internazionali o ai foodies locali; chef e ristoratori talentuosi da tutto il mondo sono ora attratti dalla sua vivace scena culinaria e arrivano con il desiderio di lasciare il proprio segno nella città. Con così tanti stili di ristoranti e tipi di cucina diversi, c’è davvero qualcosa per tutti i gusti».

Dubai, rinomata capitale gastronomica, vanta una variegata selezione di oltre 13.000 ristoranti e locali in tutta la città, che spaziano dallo street food alle gemme nascoste e ristoranti di alta cucina, a disposizione delle 200 diverse nazionalità che risiedono nella città. Secondo l’ultimo Dubai Gastronomy Industry Report, Dubai si posiziona al secondo posto per densità di ristoranti a livello globale, oltre a essere nominata una delle prime 10 città al mondo per i foodies.

Leggi anche:
Camillo Negroni, l'uomo dietro al cocktail

Da Firenze a New York, passando attraverso l’unità d’Italia, la nobiltà fiorentina dell’Ottocento, un conte dalla vita avventurosa, la Golden age of cocktails americana, i ranch del Wyoming, i club…

Lo sviluppo dell’emirato come hub gastronomico riconosciuto a livello globale è testimoniato da una serie di premi, riconoscimenti e iniziative, tra cui la nomina come prima destinazione globale per il terzo anno consecutivo ai Tripadvisor Travellers’ Choice Awards 2024 e l’organizzazione dell’annuale Dubai Food Festival, che quest’anno ha celebrato la sua 11esima edizione.

La Guida Michelin, una delle più antiche e prestigiose a livello globale, valuta i ristoranti in modo anonimo sin dalla sua fondazione nel 1900 tramite un sistema a tre stelle, così come i Bib Gourmand che premiano la cucina di qualità a prezzi contenuti. Mentre nel 2022, sono state introdotte le Michelin Green Star che designano i ristoranti all’avanguardia nel settore per le loro pratiche sostenibili.

La crescita dell’emirato nel panorama gastronomico continua ad essere in costante aumento e riflette il successo raggiunto nel settore del turismo – basta considerare che solo nel 2023, Dubai ha accolto un record di 17,15 milioni di arrivi internazionali, con un aumento del 19,4% anno su anno. Nel 2024, tra gennaio e maggio, un totale di 8,12 milioni di visitatori hanno soggiornato a Dubai, in aumento del 10% rispetto allo stesso periodo del 2023.

Selezione completa Guida Michelin 2024:

Due Stelle

  • Il Ristorante-Niko Romito
  • Row on 45 (new)
  • STAY by Yannick Alléno
  • Trèsind Studio

Una Stella

  • 11 Woodfire
  • Al Muntaha
  • Armani Ristorante
  • avatāra
  • Dinner by Heston Blumenthal
  • Hakkasan
  • Hōseki
  • La Dame de Pic Dubai (new)
  • moonrise
  • Orfali Bros (new)
  • Ossiano
  • Sagetsu by Tetsuya (new)
  • Smoked Room (new)
  • Tasca by José Avillez
  • Torno Subito

Green Star

  • Boca
  • LOWE
  • Teible

Bib Gourmand

  • 21 Grams
  • 3Fils
  • Aamara
  • Al Khayma Heritage Restaurant
  • Bait Maryam
  • Berenjak (new)
  • DUO Gastrobar (new)
  • Goldfish
  • Hoe Lee Kow (new)
  • Ibn Albahr
  • Indya by Vineet
  • Kinoya
  • Konjiki Hototogisu (new)
  • REIF Japanese Kushiyaki – Dar Wasl
  • REIF Japanese Kushiyaki – Dubai Hills (new)
  • Revelry (new)
  • Shabestan
  • Teible

Michelin Special Awards 2024

  • Young Chef Award: Jesus Lobato Suarez, Head Chef at Smoked Room
  • Sommelier Award: Michael Mpofu, Celebrities by Mauro Colagreco
  • Service Award: DuangDy by BO.LAN
  • Opening of the Year: The Guild