La splendida regione di Innsbruck offre davvero l’imbarazzo della scelta, tra visite ai musei e gite in montagna, brunch in città nei rooftop bar o passeggiate tra i rifugi in alpeggio. Un’opzione che abbraccia il pigro sightseeing cittadino così come sorprendenti esperienze ad alta quota.

Che sia per il “ponte” del 25 aprile o per il lungo weekend del primo maggio, per il lunedì di Pentecoste (29 maggio, giorno festivo in Italia, Austria e Germania) o per la Festa della Repubblica del 2 giugno, quest’anno non mancano le occasioni per visitare la capitale del Tirolo. Abbigliamento comodo per una visita della città, equipaggiamento tecnico per i più sportivi e un outfit ricercato per serate indimenticabili è tutto il necessario per un city-break primaverile che spezzi la routine settimanale. Le raffinate caffetterie di Innsbruck, circondate dagli edifici medievali del centro storico, daranno il benvenuto agli ospiti nel cuore delle Alpi in attesa che il programma prosegua con un pranzo in terrazza a 2.000 metri di quota o una cena danzante in uno dei modernissimi club che animano la esuberante città studentesca dove tutto è a portata di mano. In soli 20 minuti, grazie all’avveniristica funicolare Hungerburg realizzata dall’archistar Zaha Hadid, si può fare tappa allo Zoo Alpino e poi gustare un ottimo caffè austriaco all’Alpen Lounge Seegrube, proseguendo fino a raggiungere la stazione a monte dell’Hafelekar.

Alpina e urbana

Circondata da cinque massicci montuosi, paradiso per il tempo libero di escursionisti, biker e appassionanti di arrampicata, la città di Innsbruck assicura avventure già al primo sguardo. Dal centro urbano basta scegliere uno degli innumerevoli sentieri – ampi o tortuosi, ripidi o morbidi – per lasciarsi condurre nella natura incontaminata e scoprire lo stile di vita alpino del Tirolo. Il maestoso scenario avvolge il centro cittadino in cui il celebre Tettuccio d’Oro, emblema noto in tutto il mondo, funge da prezioso punto di ritrovo per i turisti. Qui città e montagna si contendono l’attenzione dei visitatori e offrono un indimenticabile panorama alpino-urbano, su cui svetta la Nordkette, foriero di esperienze e ricordi.

Shopping? Perché no!

Dopo passeggiate, pedalate, escursioni e arrampicate, è d’obbligo una breve visita nella moderna e prestigiosa via pedonale Maria-Theresien-Straße. Le attraenti vetrine dei negozi invitano allo shopping: lungo la via si trova il Kaufhaus Tyrol, tempio dello shopping cittadino costruito su progetto di David Chipperfield, mentre poco distante si incontrano le Gallerie del Municipio (Rathausgalerien) ideate dall’architetto francese Dominique Perrault Il The Penz, primo design-hotel della città, offre una fantastica terrazza in cui concedersi un aperitivo a fine giornata. Per un souvenir goloso, ogni giovedì dalle 16 alle 20 la piazza Marktplatz ospita un mercato contadino “after-work” dove acquistare genuini prodotti locali direttamente dai produttori.

Ritrovi perfetti per una sosta gastronomica

A caratterizzare l’architettura asburgica del centro storico sono le molte rinomate pasticcerie, ciascuna delle quali meriterebbe una sosta. Ma l’universo culinario di Innsbruck è piuttosto vario e spazia dai tradizionali canederli al formaggio alla famosa “cotoletta viennese”, includendo piatti di ispirazione internazionale resi celebri da numerosi chef pluripremiati sempre in vena di sperimentazioni fusion. E così, tra ristoranti pop-up, accoglienti caffetterie e bar di tendenza, Innsbruck offre una vastissima scelta di locali apprezzati che propongono specialità indimenticabili in cui sostenibilità, regionalità e slow-food sono le parole chiave. Una curiosità? Molti accoglienti caffè cittadini si trasformano, la sera, in ottimi ristoranti o bar di tendenza: dal Kater Noster al Machete, dal Ludwigs al Brook‘s fino al Max Standard.

La musica di Innsbruck

In attesa che, ogni anno a luglio, il Festival della Musica Antica faccia risuonare nel palazzo imperiale Hofburg i capolavori rinascimentali e barocchi, a fine aprile è il New Orleans Festival ad animare piazza Landhausplatz con i ritmi soul. Ma a Innsbruck la musica è anche in montagna: sul Patscherkofel, a 1.965 metri di quota, la musica classica proposta dai suggestivi concerti all’aria aperta incanta gli spettatori non meno dell’imponente scenario montano. Ad affiancare gli eventi musicali, le variopinte gallerie artistiche allestite nei prestigiosi edifici medievali e i molti musei con mostre imperdibili.

Sport per tutti i gusti

Innsbruck è la patria delle ultime tendenze dello scenario sportivo: dal freeride al downhill fino agli stili più diverso di arrampicata. Se d’inverno è impossibile resistere alla tentazione delle emozionanti discese sulla neve farinosa della Nordkette, in primavera sono un must gli affascinanti tour sul Patscherkofel o un passaggio sulla palestra di arrampicata all’aperto Höttinger Steinbruch. Infiniti gli eventi sportivi del territorio: dalle Freeride-Nights al Freeride Film Days, dalla cerimonia dei Crystal Awards all’evento ciclistico Crankworx-Festival. Per i cinefili c’è invece l’Innsbruck Nature Film Festival. Gli appassionati di yoga potranno praticare sia sul Patscherkofel, la montagna della città, sia sulla Seegrube, a 1.900 metri di quota, ma anche seguire il “Sundown-Yoga” da giugno a settembre o le “Yoga-Sessions”, nella straordinaria location d’alta quota Mountain Base, da luglio a ottobre.

Proposte ad hoc

Ideali per visitare la città sono i pacchetti “City break” proposti da Innsbruck Tourismus. Offerte imperdibili, pensate per i weekend di primavera, che comprendono la carta vantaggi “Innsbruck card” valida 24 ore grazie a cui avere accesso alle principali attrazioni della città e semplificare organizzazione e spostamenti alla scoperta della Capitale delle Alpi. Le chance per approfittarne, quest’anno, sono davvero molte: oltre al “ponte” del 25 aprile, al lungo weekend del 1° maggio, a quello di Pentecoste (29 maggio) e alla Festa della Repubblica del 2 giugno, si prestano molto bene a una fuga oltre confine la Festa del Lavoro del 1° maggio, un lunedì festivo anche in Austria, la lunga parentesi dell’Ascensione, che giovedì 18 maggio “apre” un weekend di quattro giorni, e il Corpus Domini, giovedì festivo in Austria, che cade l’8 giugno. Occasioni perfette per scoprire tradizioni religiose, popolari e folkloristiche che animano la regione di Innsbruck!